E’ Scomparso Piero Cusato

E’ morto nella giornata di ieri, il musicista, direttore di orchestra, sidernese , Piero Paolo Cusato. Il musicista, stroncato da un infarto è uno dei primi utilizzatori di strumentazione elettronica che la locride ha conosciuto.  Infatti nei primi anni ’80, realizza tre lavori discografici utilizzando esclusivamente sequencers hardware e sintetizzatori: Anassagora (solo), Calablues (con il trio “Il Giorno Truccato”) e AI (di Marco Ongaro).

Nel 1995, arrangia in MIDI Only sleep brings dreams del compositore E. Filippelli, con la partecipazione del chitarrista Marco Rinalduzzi (Giorgia, Alex Baroni) e la voce della cantante blues newyorkese Amy Coleman. Nel 1999 realizza, su Logic, il CD Sabir, basato su ricerche effettuate nel bacino mediterraneo e utilizzando un unico generatore di suoni (Roland SC8850). Nello stesso periodo, collabora come compositore nella realizzazione di CD-ROM interattivi per il Ministero della Pubblica Istruzione, Edizioni Master, Università della Calabria, Comuni e associazioni private. Le produzioni discografiche, sia “elettroniche” che jazz, si susseguono, fino ad arrivare all’ultimo CD conosciuto, Rosa Martirano Quartet, del 2004, in cui figura, tra gli ospiti, l’armonicista jazz Toots Thielemans.

Negli anni ’90, oltre a lavorare come arrangiatore MIDI in varie produzioni discografiche, collabora con il CRT dell’Università della Calabria, ACJ, AMJ, CJC, Comfor, CPM, ISMEZ, Mercato Nero, SMAC2, Wesson & Boile. Per Digital Music Service (MI) realizza migliaia di arrangiamenti in midifile e brani dimostrativi per sintetizzatori YamahaKorg. Dal 2000 in poi dedica maggiore attenzione all’insegnamento in università e in conservatorio (dove tutt’ora insegna Jazz) e alle pubblicazioni scientifiche.

La successiva attività di ricerca come antropologo musicale lo porta realizzare, nel 1994, altre due produzioni discografiche: Calablues II (con ospiti illustri come Mark Harris) e Iconaniconica. Diresse, per più di vent’anni, orchestre di musica jazz e contemporanea e, in varie formazioni, ha effettuato concerti in Europa e in America. Ha preso parte, con varie formazioni, a trasmissioni televisive e radiofoniche, da Concertazione, al primo “Caterraduno” di Caterpillar (Radiodue), TV7, Carovana d’estate, Unomattina, Rai Stereonotte.