Fulget Dies

Il mio ultimo lavoro discografico da direttore. Recensione del prodotto tratta da www.mondobande.it Il disco è stato registrato nell’audtorium comunale di Roccella Jonica, dalla Calliope Wind Chamber Orchestra.

Abbiamo già avuto occasione di recensire la Calliope Wind Chamber Ochestra diretta dal M° Danilo Russo (cfr. http://www.mondobande.it/articolo.php?id=102), che stavolta incide per la Scomegna Edizioni Musicali “Fulget Dies”, un ottimo CD di brani con difficoltà che oscillano tra il grado 2 e il grado 4, strumentati per Concert Band (su catalogo alcuni anche per Fanfare).

In questa nuova produzione, la performance della Calliope è anche migliore rispetto alla precedente e pur già ottima prestazione: il suono è maggiormente pulito e curato, l’amalgama e l’insieme risultano ottimamente definiti, tutte le dinamiche ben delineate; senz’altro hanno contribuito a questo miglioramento la supervisione di Roberto Villata, che risulta anche produttore e cover designer di gran gusto, e la registrazione presso lo studio Karibu Music Production, oltre alla grande capacità di interpretazione del M° Danilo Russo, che si destreggia abilmente in diversi generi e che a questo punto auspichiamo di vedere e soprattutto sentire, insieme alla sua Orchestra, in una produzione contenente brani di difficoltà maggiori.

Anche in questo nuovo supporto ritroviamo un’attiva collaborazione tra la Calliope WCO e il M° Donato Semeraro, il quale ricopre non solo il ruolo di autore della traccia di apertura, la ritmata e piacevole Funny Life, ma anche quello di Guest Conductor negli arrangiamenti di Giancarlo Gazzani de La Malagueña e della nota Minnie the Moocher, dove la compagine si diverte a duettare nei famosi cori di risposta con la straordinaria, graffiante voce di Cinzia Rosa, grande interprete di questo classico blues.
Di nuovo Semeraro è protagonista, nella splendida title-track intitolata Fulget Dies, un brano che in alcuni momenti ci ha emozionato come non ci accadeva da tempo, di grande effetto, epico e struggente al tempo stesso, e che a nostro parere porta il compositore a ritagliarsi un degno posto tra i più apprezzati autori di musica originale per banda italiani.
Seguono la frizzante Clarinet Spring, dove i solisti Andrea Graziani e Luigi Tedesco fanno sfoggio di grande padronanza dei loro strumenti, la marcia Levanna di Donald Furlano, e un’altra punta di diamante tra i brani presenti nel CD, la composizione Consonantia di Lorenzo Pusceddu, suddivisa in tre tempi (Maestoso-Allegro, Sarabanda, Allegro), nella quale l’autore sardo dimostra ancora una volta, se mai ce ne fosse bisogno, grande professionalità e cura nell’esposizione del suo linguaggio musicale.
Chiudono il CD l’ispirata e colta Epidarus di Angelo Sormani, la “cartolina musicale, da ascoltare ad occhi chiusi” (cit. dal sito della Scomegna) Postcard from Trentino di Franco Puliafito, composizione piacevole e fresca, e la marcia Giangi di Claudio Pierotti.

Un’ottima orchestra di fiati, un bravissimo direttore, grandi compositori, per un bel CD targato Scomegna: consigliatissimo.

Tracklist:

  1. FUNNY LIFE (Donato Semeraro) – 6′ 28
  2. LA MALAGUEÑA (Elpidio Ramirez / arr. Giancarlo Gazzani) – 3’19
    conductor: Donato Semeraro
  3. MINNIE THE MOOCHER (Cab Calloway, Irving Mills, Clarence Gaskill / arr. Giancarlo Gazzani) – 3′ 26
    conductor: Donato Semeraro
    voice: Cinzia Rosa (Cix)
  4. FULGET DIES (Donato Semeraro) – 5′ 52
  5. CLARINET SPRING (Flavio Bar) – 5′ 42
    solo clarinet: Andrea Graziani & Luigi Tedesco
  6. LEVANNA (Donald Furlano) – 2′ 38
    CONSONANTIA (Lorenzo Pusceddu) – 7′ 32
  7. I. Maestoso – Allegro – 2′ 14
  8. II. Sarabanda – 2′ 38
  9. III. Allegro – 2′ 40
  10. EPIDARUS (Angelo Sormani) – 6′ 52
  11. POSTCARD FROM TRENTINO (Franco Puliafito) – 5′ 23
  12. GIANGI (Claudio Pierotti) – 2′ 42